Home  |  Documentazione  |  Pubblicazioni  |  Politiche dell'immigrazione ed asilo  |  Pubblicato dalle Edizioni Idos "Africa – Italia. Scenari Migratori" viaggio nella condizione della popolazione africana

Pubblicazioni

Politiche dell'immigrazione ed asilo

Pubblicato dalle Edizioni Idos "Africa – Italia. Scenari Migratori" viaggio nella condizione della popolazione africana

 

Nei Paesi africani vive attualmente quasi un miliardo di persone (il 14,8% della popolazione mondiale). Secondo le stime delle Nazioni Unite gli africani a metà secolo arriveranno alla soglia dei due miliardi, con un’incidenza di quasi un quarto sulla popolazione del pianeta, continuando anche a distinguersi per l’età media più bassa (attualmente di 19 anni). Nel frattempo aumenterà l’urbanizzazione, che già coinvolge tra il 40% e il 70% della popolazione africana a seconda dei contesti, mentre la mancata parallela crescita delle risorse economiche e sociali determinerà un peggioramento delle condizioni di vita, con riflessi inevitabili sui flussi migratori, già ora particolarmente intensi. Le migrazioni ­ forzate o volontarie ­ sono, innanzi tutto, interne al continente. Si scappa da un Paese in conflitto a un altro in grado di offrire rifugio: basti pensare alle situazioni della Somalia, dell’Eritrea, del Congo e di diversi altri contesti. Secondo l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, oggi in Africa vi sono 6 milioni e 340mila sfollati interni, cioè quasi la metà (45%) degli sfollati interni di tutto il mondo. I rifugiati e i richiedenti asilo sono 2 milioni e 660mila. Le partenze verso l’Europa, se irregolari, prendono solitamente la via del mare e si dirigono verso le Canarie (ma anche Ceuta e Melilla) e, al di fuori del continente, le Baleari, l’Andalusia, Malta, la Sicilia (in particolare le isole di Lampedusa e Pantelleria), la Sardegna (almeno dal 2006 con partenze dall’Algeria) e la Grecia (transitando attraverso la Turchia). In Italia vive un milione di africani. Ogni 10 immigrati africani 7 sono nordafricani (69,6%) e quasi 5 marocchini (46,3%). Tra le collettività più numerose si inseriscono la Tunisia (oltre 100mila residenti), l’Egitto (quasi 75.000), il Senegal (quasi 70.000), la Nigeria e il Ghana (più di 40.000). Gli africani in Italia vivono nei due terzi dei casi (66,3%) in quattro regioni: Lombardia (29%), Emilia Romagna (14,8%), Piemonte (10,2%) e Veneto (12,3%).

 

 Questi alcuni dati contenuti nella pubblicazione "Africa – Italia. Scenari Migratori"  - Edizioni Idos - luglio 2010. Il volume, realizzato nell'ambito di un progetto co-finanziato dall'Unione Europea, con il finanziamento del Fondo Europeo per l’Integrazione di cittadini dei Paesi Terzi consiste in un Rapporto dell’équipe del Dossier Statistico Immigrazione Caritas//Migrantes realizzato a seguito di un viaggio-studio in Africa.

 

 

Il 16 luglio 2010 il volume è stato presentato a Roma, presso  la Sala Conferenza della banca  del Monte dei Paschi di Siena; all'evento ha partecipato il prefetto Angelo Malandrino, responsabile della Direzione Centrale per le Politiche dell’Immigrazione e dell’Asilo del Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione del Ministero dell’Interno.

 

 







Icona Invia | Invia Icona Stampa | Stampa